Image Alt
Leggi l'articolo

Silvia Pegoraro

Non è una novità che ho difficoltà a seguire i piani di allenamento fatti da altre persone.È un mio enorme limite che ho da sempre.
E questo è stato l’ ostacolo più grande anche quando ho gareggiato.Santo il mio compagno che, nonostante tutto, mi ha sempre lasciata fare anche quando le redini avrebbe dovuto averle lui.
Questa quarantena mi ha buttata giu tantissimo.Mi ha fatto perdere il focus e l’ incertezza mi ha fatto perdere parecchio l’ idea di gareggiare, l’obiettivo.Avevo deciso di affidarmi a qualcuno per sistemare la mia condizione dopo gli ultimi inaspettati risultati positivi della stagione scorsa ma, nel mentre tutto quello che è successo mi ha fatto inevitabilmente tornare indietro ai miei metodi.Metodi che però avevano funzionato su di me.
Qual è il mio metodo ?
Sempre stato lo stesso.Dieta e integrazione variata a seconda dell’ allenamento upper o lower.No bulk.No cut.Si Bodyrecomp.
E in palestra cambiare da settimana in settimana.
Fare per un mese o più le stesse cose mi fa andare fuori di testa.Figuriamoci se non ho in programma nessuna competizione se riesco a starci dietro.Francesco mi ha sempre presa in giro per questa cosa che entro in palestra e giro come una trottola facendo cose a random.Ma io mi diverto cosi.
Ma veniamo al pratico.
Chi mi conosce sa come agisco da anni .
Che per anni non ho mai fatto massa ed è una cosa sulla quale sono parecchio contraria nella donna(sottopeso escluse).La differenza la fa l’ allenamento.Meglio ci si allena,più si cresce.Sottolineo il meglio e non il “più”perche allenarsi tanto ma male è controproducente.Ora siamo tutti d’ accordo che uscire dalla propria zona di comfort è necessario,ma la mia aveva prodotto risultati e ho comunque provato a fare diversamente sforzandomi.

Inoltre ho sempre ragionato in una certa maniera : se la mia fisicità,quella che ricerco e che mi piace si sposa con il canone di bikini del momento, bene , si tenta e ci si butta.Nel caso contrario non sarò io a modificarmi o cambiare drasticamente in base agli standard richiesti.Soprattutto se il canone non mi piace.Ed è anche il motivo per il quale alla fine si sceglie una federazione piuttosto che un’ altra.Devo convivere con me stessa e piacermi 365 giorni all’ anno non solo 10 minuti su un palco (e forse nemmeno quello se avessi una fisicità molto diversa da ora ).

ALLENAMENTO : 3 UPPER E 2 LOWER

Ho sempre preferito per la parte bassa allenamenti metabolici ,veloci,leggeri,mantenendo solo nei fondamentali come hip thrust e stacco una buona intensità di carico .Molto isolamento glutei abduzioni in ogni salsa stripping di leg curl ,slanci da diverse angolazioni, hyperextension,hyperreverse etc etc.Difficile vedermi fare affondi e squat.Molto difficile.
Sul mio profilo instagram trovate anche tutti i miei allenamenti vecchi filmati in palestra.Il vero cambiamento nei glutei l’ anno scorso, quello che mi ha aiutata a fare dei podi modesti 😝 , l’ ho ottenuto facendo delle lezioni di posturologia e DNS.Rimane sempre un punto debole il gluteo ma almeno è migliorato.Probabilmente sarebbe migliorato ancora se non avessi mandato tutto a quel paese ma…Se inizio a sentire l’ allenamento come un imposizione è la fine.
L’ autogestione è una cosa che si fa solo se si ha una buona conoscenza del proprio corpo ovviamente.
Parte alta schiena e braccia almeno 3 volte a settimana.Stripping e carichi pesanti in ogni seduta.Non è vero che le alte ripetizioni fanno dimagrire e le basse fanno crescere.È una delle leggende peggiori di questo ambiente.Gli stimoli devono essere diversi e devono esserci tutti.Su questo gli uomini sono molto bravi e infatti il mio compagno è sempre stato una grande ispirazione per crescere nel modo giusto.L’ ultimo upper ,seppur sempre scarso, portato nelle ultime gare è stato fatto da lui.
Le spalle,attenzione ,le alleno quando capita.Un richiamino a settimana,ma è uno di quei gruppi muscolari che trascuro se devo lavorare di piu i punti deboli.Quando leggo “vorrei le tue spalle” rispondo senza problemi ” me le ha date la mamma”.Perche cosi è.Ho una struttura clavicolare molto smpia che aiuta.E braccia esili che fanno sembrare il deltoide il doppio.Sarebbe bello rispondessero la stessa cosa anche le gluteodotate piuttosto che dire che seguire il loro protocollo vi farà venire il popò come il loro.Non funziona cosi.Soprattutto per i glutei.Per qualsiasi cosa ricordatevi che è la genetica a fare da padrona.Per certe cose dovete lavorare il doppio o la metà di quello che state guardando.Quindi si, le spalle le alleno davvero poco perché qualsiasi cosa io faccia ,o non faccia, son li . Vale lo stesso discorso per i quadricipiti.Son attivi h 24 per la mia struttura e postura.Anzi, ho difficolta a non attivarli in qualsiasi altro esercizio per glutei e femorali.
Nei giorni di lower dieta ipocalorica e termogenici.Nei giorni di upper normocalorica in base al mio TDEE stimato (molto stimato perche son numeri irreali) e ergogenici.
Sono una di quelle eretiche che crede nel dimagrimento localizzato se ci sono certi presupposti e certi accorgimenti.

Cerco di mantenermi attiva con un minimo di 10 000 passi al giorno uscendo con il cucciolo.Niente tapis o cardio statico che è un altra cosa che mi prude.La camminata per me è LA BASE del benessere delle mie gambe.

3 PASTI E CARB CYCLING SENZA ESAGERARE

Non peso il cibo e seguo il metodo “della mano”.
Il mio pasto serale è tornato a essere il più abbondante perché la sera è l’ unico momento in cui sono tranquilla e rilassata e ho abbandonato l’ idea degli spuntini perché mi mettono ansia.Mea culpa.Non riesco a mangiar sempre le solite cose e non riesco a fare la stessa cosa in palestra per settimane e settimane.Anche se sono consapevole che farei forse meglio .La mia dieta rimane tendenzialmente low carb e hig fat come viene meglio fare a un Vegano.Nelle giornate in cui alleno schiena e braccia mangio un pò piu di carboidrati la sera e utilizzo ciclodestrine in allenamento, nelle giornate dedicate a glutei e femorali do precedenza a grassi e proteine.
La dieta per funzionare deve essere sostenibile prima di tutto.
Ma per me è un gioco.Ho provato a vederlo diversamente ma mi sarei fatta del male e basta.
Cosa farò,?
Continuo a divertirmi e sperimentare.Day by day…Si vedrà.

Close

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur
adipiscing elit. Pellentesque vitae nunc ut
dolor sagittis euismod eget sit amet erat.
Mauris porta. Lorem ipsum dolor.

Working hours

Monday – Friday:
07:00 – 21:00

Saturday:
07:00 – 16:00

Sunday Closed

Our socials
About