biotipo

adrenalinico

caratteristiche fisiche

CORPO:

  • Viso ovale con zigomi pronunciati, fronte alta e spaziosa, collo magro
  • Muscolatura media
  • Spalle dritte e larghe, tonico con fisico atletico e ottima resistenza.
  • Capelli sottili e inclini al grasso
  • Glutei a cuore o a mandolino, fianchi medio stretti e vita stretta.
  • Buona circolazione sanguigna con carnagione rosea

 

REAZIONE ALLO STRESS:

  • Le mani diventano sudaticce in situazioni stressanti
  • può sperimentare pressione alta
  • Aumenta di peso in modo uniforme, notando gradualmente l’aumento

 

PROBLEMATICHE PRINCIPALI:

  • Propenso a infiammazioni, con segni distintivi come il calore e problemi cutanei come couperose, psoriasi, eritemi e gastrite allo stomaco
  • Può manifestare ritenzione e cellulite negli arti inferiori, ma la perdita di peso è generalmente più semplice

CARATTERISTICHE psicologiche

DESCRIZIONE MENTALE:

  • L’adrenalinico è un leader di natura, spicca per qualità quali la curiosità e l’acutezza
  • Impulsivo e, una volta fissato su un obiettivo, lo persegue con determinazione grazie all’elemento del fuoco che brucia in lui
  • Si esprime senza trattenere le emozioni, arrabbiandosi e calmandosi facilmente
  • Non è incline all’ansia e ha un bisogno innato di agire e concretizzare
  • Appassionato delle sfide, è tenace e ambizioso, affrontando le questioni direttamente senza giri di parole
  • Tende a desiderare risultati immediati, amante del sacrificio e con un forte senso di responsabilità, con una propensione all’ottimismo

DEBOLEZZE EMOTIVE E COMPORTAMENTALI:

  • In situazioni di frustrazione, ricorre al cibo come sfogo.
  • L’adrenalina è il suo ormone chiave, spingendolo all’attacco e alla fuga
  • Si mostra melodrammatico e esagerato nei toni

RELAZIONI E COMUNICAZIONE:

  • Nella coppia, è passionale ma difficile da gestire, poiché non accetta di sottomettersi a nessuno. La comprensione reciproca e la concessione di spazi personali sono chiave per una gestione efficace della relazione, che comunque non sarà mai al centro dei suoi pensieri.


CORRELAZIONE AYURVEDICA:

  • è associato al dosha “pitta”, rappresentante dell’elemento del fuoco. Può declinare in pitta-vata e pitta kapha

alimentazione

Una distribuzione classica di 5/6 pasti, con una maggiore flessibilità nelle ore serali ed uno stile di vita 30-30-30, leggermente low-carb e high-fat, possono contribuire a gestire i cali glicemici.

  • Il biotipo necessita di un’umidificazione attraverso l’idratazione costante
  • Il consumo di cibo deve avvenire con calma e senza fretta, contrastando l’abitudine di mangiare in modo precipitoso
  • Il cibo deve essere cucinato in modo accurato, dando priorità a preparazioni calde, umide e facilmente digeribili.
  • L’assunzione di grassi è necessaria per abbassare l’indice glicemico
  • Le proteine sono fondamentali per prevenire il catabolismo
  • Preferire il dolce ed il saporito, evitare spezie piccanti, eccitanti e rinfrescanti, optando per pepe nero, basilico, cannella, zenzero, cipolla e cumino
  • Si consiglia l’utilizzo di avena, grano e riso rispetto a cereali “secchi” come grano saraceno, miglio e orzo
  • I legumi sono poco consigliati, ad eccezione di quelli frullati come ceci e lenticchie decorticate.
  • Per la frutta, si preferiscono mele, mirtilli e forme di frutta essiccata
  • Particolare attenzione alle crucifere, melanzane, patate, fagiolini, verze, lattuga e verdure crude per evitare il meteorismo. Si consiglia una calibrata distribuzione, preferendo verdura cruda durante il giorno e cotta alla sera. Si consigliano pomodori, rape, zucche e zucchine
  • Si preferiscono oli rispetto alla frutta secca, specialmente arachidi
  • I latticini vanno considerati solo se fermentati, come lo yogurt

INTEGRAZIONE

  • Antinfiammatorio:
    Bromelina, omega-3, artiglio del diavolo, PEA (Palmitoylethanolamide), curcuma, incenso, No Flame 4S
    Integrare curcumina e incenso per ulteriori benefici anti-infiammatori

  • Monacolina K nel Riso Rosso:
    Considerare il riso rosso per la monacolina K, utile per gestire il colesterolo
  • Controllo Pressione Alta e Ritenzione Idrica:
    Utilizzare bromelina, Clean My Body 4s, Micro4cell S per contrastare la ritenzione idrica
  • Equilibrio del PH e Digestione:
    ALK 4s, enzimi e probiotici  contribuiscono all’equilibrio del pH, importante anche per la salute dello stomaco.
    Integrare con Enzicol per favorire la digestione.

  • Gestione dei Grassi e Controllo dell’Appetito:
    Fat No Fear 4S e Block 4 Weight con rodiola, fico d’India e fagiolo bianco aiutano a gestire i grassi durante i pasti.
    Riduce la voracità famelica nei momenti di fame improvvisa.

allenamento

  • Alimentazione sotto controllo:
    Anche piccoli cambiamenti hanno un impatto significativo sulla composizione corporea dell’adrenalitico.
  • Versatilità nella sala pesi:
    Grazie alla buona resistenza e predisposizione all’ipertrofia, può variare gli esercizi senza problemi.
  • Cardio adattato al suo stile:
    Non necessita di grosse sessioni di cardio; sia il LISS che l’HIIT sono adatti alle sue esigenze.
  • Circuiti metabolici approvati:
    Per tonificare e aumentare il TDEE, i circuiti metabolici sono una scelta vincente.
  • Focus sui glutei:
    Con la forma tipica a cuore o ad O, consigliamo abductor machines, hip thrust, slanci laterali, rotazioni esterne con elastico, reverse hyper e step up con angolazioni superiori ai 90 gradi.
  • Variazioni negli esercizi di resistenza:
    Squat con diverse angolazioni, stacchi, stacchi a gambe tese, leg curl e controaffondi sono consigliati.